«

»

Apr 12

LoSai.eu – UFFICIALE: Terremoto Emilia di origine artificiale. Lo ammette anche la rivista Science

sisma indotto

\n

– di Daniele Di Luciano –

\n

Adesso sembra che sia ufficiale: i terremoti non sono tutti di origine naturale ma possono essere causati dall’uomo.

\n

A dirlo non è un blog complottista ma Science “una rivista scientifica pubblicata dall’American Association for the Advancement of Science, generalmente considerata la più prestigiosa rivista in campo scientifico (insieme a Nature)“.

\n

La notizia è apparsa ieri e sta facendo il giro del mondo: i terremoti del maggio 2012, che in Emilia-Romagna hanno causato la morte di 27 persone, potrebbero essere di origine artificiale, generati dall’estrazione petrolifera avvenuta in zona.

\n

Citiamo dall’articolo dell’ANSA:

\n

Il rapporto, spiega Science, esclude che il deposito di gas naturale sopra la faglia geologica attiva nei pressi di Rivara nella valle del Po potrebbe aver causato i terremoti perché le trivellazioni dovevano ancora iniziare quando questi si sono verificati. Invece, secondo Science, il rapporto ”punterebbe l’indice su un altro sito: il giacimento di petrolio di Cavone, gestito da Gas Plus”. Science sostiene di aver visto le conclusioni del rapporto nelle quali ci sarebbe scritto che ”non può essere escluso che le attività di estrazione nel sito potrebbero aver innescato il terremoto del 20 maggio, il cui epicentro è a 20 chilometri di distanza”.

\n

Fonte http://www.losai.eu/ufficiale-terremoto-emilia-di-origine-artificiale-lo-ammette-anche-la-rivista-science/

\n\n

Ricordo, due giorni prima del sisma indotto, il governo allora in vigore dell’anno 2012 aveva approvato il decreto dove si diceva che lo Stato non avrebbe risarcito i danni per calamità…

\n

Visionato video come questi: La terra ribolle, mistero a San Giovanni del Dosso: gas?   Tra le zone dell’Emilia Romagna, Mantova, San Giovanni del Dosso guardate che succede!

\n

Video: Off the Report – Emilia Romagna, la terra trema. C’entra l’estrazione di idrocarburi?

\n

Video pubblicato in data 04/giu/2012

\n

In Emilia Romagna da decenni si estraggono petrolio e gas naturale. Dopo le liberalizzazioni del 1998 e 2001 , non c’è più solo l’Eni , ma è diventata terra di conquista da parte di tutte le compagnie. Dal 20 maggio però l’Emilia Romagna si è scoperta una regione a rischio sismico in pochi giorni oltre 400 scosse. Da diversi giorni si è formato un dubbio tra la popolazione. Esiste un collegamento tra le attività di estrazione degli idrocarburi e i terremoti? Diversi esperti dicono di si! (Già dal 2012)

\n

Letto post come questo:   ITALIA SOTTO ATTACCO. Terremoti indotti  Nella giornata precedente all’evento sismico principale, il 19 maggio, molti abitanti di Cento e dei paesi compresi nella zona fra S. Pietro in Casale, S. Giovanni in Persiceto, Finale Emilia e Cento hanno ricevuto telefonate tramite RETE FISSA di personaggi che si qualificavano della Protezione Civile. Costoro avvertivano che nei giorni seguenti ci sarebbero state forti scosse di terremoto. […] Una delle persone (una residente di S. Pietro in Casale) che ha ricevuto l’avvertimento “profetico“ rivela che  il misterioso soggetto della Protezione civile l’avrebbe invitata a lasciare la sua abitazione perché ci sarebbe stato un terremoto fortissimo, oltre i 6 gradi.

\n

Da un mesetto, erano stati avvistati nelle campagne della zona parecchi strani “furgoni gialli” con grosse antenne sul tettuccio. Fermi, senza nessuna scritta né altri contrassegni, non si sa bene cosa facessero.

\n

Vari fenomeni collegati a questo terremoto: “liquefazione“.  Trattasi di spaccature della terra, voragini molto profonde – “non se ne vede il fondo” –  da cui emerge una sostanza simile a melma molto densa che, al contatto con l’aria, si solidifica.

\n

acqua fuori esce dal terreno  Quelle strane fuoriuscite d’acqua dal terreno prima del terremoto 

\nIl fontanazzo aperto a Bondeno (Ferrara), con la fuoriuscita di acqua e sabbia provocata dall’aumento del livello dell’acqua di falda che ha preceduto le scosse di quella notte.\n

Il fracking è all origine del sisma in Emilia. Video Pubblicato in data 28/mag/2012 Rosario Marcianò su Radio IES – Il “Fracking” (fratturare) è all’origine del sisma in Emilia. Governo 2012 aveva stipulato un accordo con multinazionali texane…

\n