«

Giu 30

Puoi licenziare un tuo dipendente

Oggi i governi di ogni paese cercano di introdurre delle agevolazioni per l’assunzione di nuovi dipendenti, visto l’alto tasso di disoccupazione che attanaglia soprattutto l’Europa. Tuttavia, in tanti faticano a convincersi che è il momento giusto di assumere, perché preoccupati di rimanere bloccati nell’impossibilità di licenziare nel caso in cui l’azienda abbia dei problemi o nel caso in cui si sia scelta la persona sbagliata.

Non preoccupatevi, anche perché oggi è molto più facile licenziare per giusta causa e sono diverse le motivazioni per cui potrete decidere di interrompere un rapporto di lavoro, leggete qui tutte le informazioni che vi servono e vedrete che oggi è possibile assumere dei nuovi dipendenti in tutta tranquillità, senza preoccuparsi di legarsi a vita in rapporti di lavoro che tra un po’ di tempo possono diventare inefficienti.

Sul sito che vi abbiamo consigliato avrete a disposizione tantissime informazioni utili per la vostra attività, con una intera pagina dedicata proprio al tema del licenziamento. Si tratta certamente di un tema delicato e non vogliamo certo sembrare cattivi, ma non si può sempre guardare il mondo dal lato del lavoratore occorre anche pensare al datore di lavoro, perché se non ci fosse lui non esisterebbe nessun lavoro possibile.

Occorre quindi tutelare anche chi investe i suoi soldi ed oltre ad ottenere in cambio un reddito, ha un’importante valenza sociale, perché investendo i propri soldi riesce a produrre offerta di lavoro e quindi a far andare avanti l’economia.

Così bisogna prevedere delle tutele e dare la possibilità all’imprenditore di licenziare, eventualmente, i dipendenti non più desiderati. Certo, non si può far licenziare liberamente, occorre tutelare i diritti dei lavoratori ed è per questo che è possibile licenziare solo in determinati casi.

Sulla pagina prima consigliata troverete i dettagli, ma vi diciamo subito che è possibile licenziare per giusta causa oppure per giustificato motivo. Nel primo caso non è possibile continuare il rapporto di lavoro ed il licenziamento è immediato, mentre nel secondo occorre un determinato periodo di preavviso.

Vi rimandiamo al sito che vi abbiamo consigliato per ulteriori dettagli.