Apr 18

Risparmio energetico, ecco come risparmiare corrente con la lavatrice

La necessità di risparmiare energia elettrica è una prerogativa di tutti coloro che desiderano ridurre i costi delle bollette. Gli elettrodomestici sono quelli che in genere consumano più di ogni altra cosa nelle case, e tra questi la lavatrice è quello forse più energivoro.

Ad incidere sui costi delle bollette spesso è anche un uso scorretto di questo elettrodomestico, che sicuramente è indispensabile, ma che può essere utilizzato con maggiore attenzione per ottenere un effettivo risparmio energetico. Ecco come risparmiare corrente con la lavatrice e pagare meno in bolletta!

Risparmio energetico, costi variabili a seconda degli orari

Per risparmiare corrente con la lavatrice la prima cosa da tenere in considerazione è che i consumi di energia elettrica non sono costanti all’interno delle 24 ore, ma hanno delle variazioni in base al momento della giornata e del giorno della settimana.

Di giorno i consumi di energia sono infatti piuttosto elevati, mentre la sera e nel fine settimana i consumi sono ridotti: questo accade perché durante il giorno vi è maggiore uso dell’energia da parte di industrie, fabbriche, ecc, mentre la sera e il fine settimana, che in genere sono chiusi, i consumi si riducono. Proprio per questo lavare con la lavatrice di sera o durante il fine settimana e nei giorni festivi costa meno, quindi vale la pena scegliere questi momenti per risparmiare corrente.

Alcuni accorgimenti utili per risparmiare corrente con la lavatrice

Un buon metodo per risparmiare corrente con la lavatrice non è solo quello di scegliere gli orari in cui il costo dell’energia è inferiore, ma è necessario adottare ulteriori accorgimenti utili per raggiungere l’obiettivo del risparmio energetico. Ad esempio, sostituire la lavatrice vecchia con una nuova è già un ottimo passo per risparmiare energia: come scegliere la lavatrice giusta per le proprie esigenze? Sicuramente deve essere di classe energetica pari ad A o superiore, quindi A+, A++, A+++, che assicura un notevole risparmio energetico, poi occorre considerare anche le sue dimensioni in base al numero di persone in famiglia e optare per una lavatrice a carico frontale o dall’alto.

Un modo per risparmiare energia è anche quello di utilizzarla solo a pieno carico. In questo modo, oltre a risparmiare energia elettrica si risparmia anche acqua. Fondamentale è anche la temperatura da impostare per lavare con la lavatrice: il consiglio è quello di optare per una temperatura massima di 40 gradi per ottenere un ciclo di lavaggio efficiente.

Evitare di impostare la temperatura a 90 gradi perché, oltre a consumare più energia, a lungo andare logora anche i tessuti. Se proprio si ha la necessità di lavare a 90 gradi accumulare tanta roba da lavare tutta assieme in un unico ciclo. Anche il prelavaggio è da evitare perché allunga la durata del lavaggio, a meno non si tratti di biancheria molto sporca. In alternativa, avviare la lavatrice per circa 10 minuti con bucato a freddo, spegnerla e lasciare in ammollo i panni per dieci minuti, poi riaccendere e proseguire con il lavaggio normale.