«

»

Giu 23

Tutto quello che avreste voluto sapere sulle scorregge e non avete mai osato chiedere

Scorregge come energie rinnovabili 1fotohttp://www.macosa.it/\n

Dimenticate la pena di morte e l’aborto: le questioni escatologiche sono senza dubbio alcuni dei più grandi tabù dell’umanità. Gli odori e fluidi prodotti ed emessi dai nostri corpi provocano disgusto nella maggior parte delle persone, lasciandoci con molte domande non poste, e quindi senza risposta.

\n

Oggi siamo qui per parlare delle  scoreggia e capire perché, è necessario prima sapere qualcosa circa il volume di gas prodotti nelle nostre viscere.

\n

Immaginate quanto spazio occuperebbero 25 litri di gas – circa un terzo degli interni di una piccola auto. Questa è la quantità di gas che si produce ogni giorno nei nostri intestini. Pertanto, la flatulenza ed eruttazione sono relativamente comuni.

\n

Gran parte di questa produzione di gas viene riciclata per assorbimento e per  l’utilizzazione all’interno dell’intestino, in particolare di quasi due chili di batteri che vivono nel vostro colon. Infatti, circa 22,5 litri di gas  vengono assorbiti dall’intestino, utilizzati dai batteri intestinali o attraverso i polmoni.

\n

I due litri e mezzo rimasti sono quelli che  vengono espulsi ogni giorno – sì, tutti non avete  bisogno di vergognarmi – siete tra amici. In media, gli uomini emettono scorregge 12 volte al giorno, mentre le donne solo sette volte – in porzioni  di 30-120 millilitri. Il totale è l’equivalente di un  palloncino.

\n

Il numero di volte in cui qualcuno espelle questi gas varia da persona a persona, a seconda del momento della giornata. Ma dipende in gran parte dalla sensibilità del sistema nervoso nel retto. Se si dispone di una maggiore sensibilità, forse a causa di una condizione come la sindrome dell’intestino irritabile, è possibile eliminare gas  più spesso.

\n

La maggior parte dei gas che il vostro corpo produce non ha alcun profumo. Tuttavia, circa il 40% della popolazione ha la capacità di produrre un maleodorante solfuro di idrogeno gassoso nella parte sinistra dell’intestino perché porta un particolare batterio.

\n

Le scoregge puzzolenti non sono di grande importanza medica tranne che nei soggetti  con colite, un’infiammazione dell’intestino crasso o colon. Un focolaio di colite è spesso associato con la produzione di gas maleodoranti, allora è bene consultare un medico se avete flatulenza puzzolente accompagnata  da diarrea o sanguinamento.

\n

In una gravidanza precoce, in particolare, le sue complicanze, interventi di chirurgia e l’invecchiamento può causare cambiamenti nei muscoli pelvici, che rende difficile il controllo dei gas. Questo può essere socialmente imbarazzante, soprattutto se sei il tipo che ha più gas maleodoranti.

\nCosa ti fa produrre più gas?\n

Il tuo corpo produce più gas dopo i pasti, in particolare quelli che contengono un sacco di fibre, come i cereali, pane e pasta. Ci sono anche molti altri alimenti come carciofi, fagioli, cavoli di Bruxelles e melanzane, che  influenzano notevolmente il volume e l’odore del gas prodotti.

\n

Gli alimenti che contengono zolfo come conservante, come succhi di frutta, vino, salumi e frutta secca fanno rilasciare più flatulenza.Questi alimenti sono utilizzati dai batteri produttori di zolfo nel vostro intestino per formare il gas idrogeno solforato.

\n

Ci sono anche una varietà di ingredienti alimentari che possono anche aumentare il gonfiore addominale, in particolare quelli con alto contenuto di fibre, che fermentano nel colon e producono gas. Uno è il fruttosio (zucchero presente nella frutta), che porta ad un aumento della produzione di gas perché abbiamo un enzima per rompere – mele, pere e i loro succhi sono particolarmente potenti. Lo stesso accade con la frutta ,come ad esempio,le pesche, che, quando non sono completamente mature sono ad alto contenuto di pectina, che fermentata nel colon.

\n

Le banane verdi hanno un più alto tenore di amido e meno zucchero della frutta matura. Questo passa nel colon come amido resistente, producendo più gas con la loro interazione con i batteri intestinali.

\n

Spesso, con l’età, il funzionamento della ghiandola del pancreas, che è coinvolto nella digestione, diminuisce lentamente e non può più far fronte alla  frutta e  alla verdura che abbiamo mangiato prima, senza gravi conseguenze. Il pancreas produce insulina per controllare i livelli di zucchero nel sangue e questi importanti enzimi sono necessari per digerire grassi, proteine ​​e carboidrati.

\n

Soprattutto dopo aver letto tutto questo, la conclusione è che non c’è nulla di cui vergognarsi. Se vi  sentite  a disagio, provate  a prestare maggiore attenzione alla vostra dieta prima di consultare un medico per un potenziale problema gastrointestinale. [The Conversation]

\n

Autore:Jessica Maes

\n

Fonte:http://hypescience.com/tudo-que-voce-sempre-quis-saber-sobre-puns-e-nunca-teve-coragem-de-perguntar/

\n

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo e iscriviti alle nostre pagine facebook “ Pianeta blu  e Beautiful exotic planet earth” ed al nostro profilo su twitter.  

\n

Pianetablunews lo trovi anche su google plus Segui anche il nostro blog https://pianetablunews.wordpress.com/ tramite email per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

\n

Ti è piaciuto l’articolo? condividilo anche tu sui social, clicca